La bandiera della Sardegna

La bandiera della Sardegna è molto particolare e rispecchia la storia complessa di questa regione. Secondo quanto si legge nei musei e negli archivi, per la prima volta il simbolo dei Quattro Mori è apparso su un documento ufficiale risalente al 1281: in cui i sigilli della cancelleria aragonese sono stati applicati sui testi all’epoca di Pietro III.

Si crede che questo simbolo sia stato assegnato all’isola solo nel 1379, dopo l’annessione del Regno di Aragona a Castiglia e della Sardegna a Confederazione della Corona Aragonese. Dei documenti risalenti al 1590 mostrano come lo stemma rappresentato sulla bandiera appartenesse già al Regno di Sardegna: una forma ovale contiene una croce rossa su sfondo bianco e, la cosa più caratteristica, quattro teste di mori bendati sulla fronte. Con il passare dei secoli, è stato variato, ma nella sostanza rimane lo stesso.

Per quanto riguarda le origini di questo simbolo, ancora se ne discute. Alcuni studiosi suppongono che sia nato nel 1096 per festeggiare la vittoria della guerra contro i Saraceni promossa dal re Pietro I d’Aragona. Secondo una leggenda, durante una lotta sanguinosa, un cavaliere vestito di bianco con una croce rossa sul petto apparve per respingere i Saraceni, che fuggirono terrorizzati. Quell’uomo era San Giorgio, che lasciò le teste tagliate dei quattro re sconfitti sul campo di battaglia.

Nel XVIII secolo, la bandiera mostra già i quattro mori con una benda sugli occhi. Nell’aprile 1999 è stato stabilito che i Quattro Mori devono essere bendati sulla fronte e girati a destra e non più a sinistra.

Anche se la maggior parte delle bandiere del mondo ha un senso ben preciso, ma di tanto in tanto si incontra un simbolo di una bandiera che è riuscito a diventare importante a livello nazionale. Forse uno dei più grandi esempi moderni di questa eccezione alla regola è la bandiera dei Quattro Mori della Sardegna, una regione autonoma con un forte senso di identità indipendente.
La Sardegna non è l’unica isola della regione ad avere una bandiera un po’ strana e inquietante. La vicina Corsica ha una bandiera bianca con una testa nera che, probabilmente, ha la stessa origine storica. Ma la stranezza della bandiera sarda è maggiore se si considera la sua imponente presenza nei poster e souvenir, nonostante l’opacità del suo simbolismo. La bandiera è stato una sorta di simbolo della diversità della Sardegna da tutta la penisola italiana e della raggiunta indipendenza medievale, poiché l’isola cadde sotto il dominio dei duchi di Casa Savoia nei primi anni del XVIII secolo. Ma non molti sanno che questa immagine racchiude la storia e la cultura della Sardegna.

Ad alcuni nazionalisti sardi piace raccontare la storia di come la bandiera simboleggi un segno dei loro sforzi medievali per proteggere l’indipendenza dalle tribù arabe. Secondo questa storia, nel corso dell’XI secolo, circa un centinaio di anni dopo che la Sardegna aveva stabilito la sua indipendenza sui resti dell’impero romano (in parte grazie alle pressioni di un mondo islamico in espansione con Bisanzio in difficoltà), i quattro re di tutta l’isola sono stati premiati dal papa per aver respinto l’invasione delle forze musulmane dal Nord Africa.

Eppure non esistono molte prove concrete a sostegno di questa storia. La prima chiara documentazione dell’uso della bandiera in Sardegna risale al XVI secolo: gli spagnoli essenzialmente hanno dominato l’isola dopo il declino degli ultimi regni indipendenti nel XIV secolo, fino alla sua conquista da parte delle potenze italiane. Questo, e il fatto che la bandiera della Corsica, molto simile, sembri risalire allo stesso periodo, suggerisce che sia stata introdotta la bandiera come simbolo dei conquistatori. In effetti, alcune fonti spagnole affermano che la storia della bandiera è collegata alla vittoria nell’XI secolo di un signore aragonese contro quattro invasori moreschi. Inoltre, la bandiera sembra apparire storicamente la prima volta nel XIII secolo su un sigillo reale in una cancelleria aragonese, molto tempo prima che si presentasse in modo chiaro nella documentazione storica della Sardegna.

Quindi, la particolarissima bandiera della Sardegna deriva molto probabilmente dalle origini storiche legate alle conquiste spagnole. Andare in vacanza in Sardegna (prenota qui un traghetto per la Sardegna) significa anche andare alla ricerca delle origini dei vari paesi e delle loro tradizioni.

Foto Pubblico dominio

Be the first to comment on "La bandiera della Sardegna"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*