Cellulari usati, la nuova frontiera del business

Con l’evolversi della tecnologia e dello stile di vita, cambia anche il modo di fare business. Se prima vendere un telefono usato non era conveniente sotto il punto di vista economico e d’investimento, oggi è diventata una grande opportunità di lavoro per moltissime aziende dedicate che già da qualche anno hanno rilanciato il mercato dei cellulari usati.

Questo è stato reso possibile soprattutto grazie alla velocità in cui si realizzano smartphone sempre più all’avanguardia e con funzionalità spettacolari che incantano letteralmente i consumatori. Il fatto di volere a tutti i costi il telefono appena uscito, genera una quantità enorme di telefoni inutilizzati che possono essere tranquillamente venduti come usato garantito. Tutto questo evolversi genera un forte incremento nella vendita di nuovi smartphone… ma quelli precedenti che fine fanno? Non si parla di 100/200 telefoni improvvisamente “abbandonati” ma di miliardi di smartphone perfettamente funzionanti e con caratteristiche teniche avanzate che vengono semplicemente sostituiti, non per malfunzionamento ma perché sono “passati di moda”.

Un altro aspetto fondamentale che non bisogna sottovalutare è il valore che hanno oggi gli smartphone, economicamente parlando, anche a distanza di 1 anno: se un telefono nuovo costa sui 1000 euro (vedi qui), dopo solamente 1 anno o 2 di utilizzo può essere tranquillamente venduto come usato a 600/700 euro (una bella cifra se consideriamo che è un telefono che non vogliamo più).

Ed ecco quindi che abbiamo capito il perché sempre più aziende decidono di improntare la loro attività sui cellulari usati di seconda mano. Un business da non sottovalutare e che già da qualche anno sta ottenendo ottimi risultati in scala globale.
Il funzionamento di queste aziende è molto semplice: si acquista un telefono danneggiato o guasto, si ripara sia internamente che esternamente (display, scocca, pulsanti, etc),si ripristinano tutte le impostazioni di fabbrica (torna esattamente alle impostazioni che erano presenti al momento del primo acquisto) e si rivende a prezzi ridotti. Praticamente si ottiene un telefono come nuovo a prezzi notevolmente vantaggiosi per il consumatore. Questa tipologia di vendita, oggi, non solo attira moltissimi clienti che vogliono risparmiare lo stesso comunque un telefono di ultima generazione, ma permette anche alle aziende dedicate di ottenere notevoli profitti e investire sempre di più in questa nuova tipologia di business.

Fino a qualche tempo fa, pensare di realizzare un business con questo genere di prodotti era davvero impensabile. Oggi i tempi sono cambiati e il 70% della popolazione globale si è evoluto, acquistando smartphone di ultima generazione e volendo ottenere sempre di più dai propri telefoni cellulare. Per questo l’ammontare dei telefoni usati è cresciuto fino a raggiungere livelli mai visti, che molte aziende hanno saputo come sfruttare a loro vantaggio.

In Italia, si tende ancora ad essere un po’ diffidenti da questa tipologia di vendita, non capendo fino in fondo il suo funzionamento e associando un po’ troppo spesso il risparmio alla truffa, specialmente nel mercato online. Basti invece pensare al reale procedimento che vi è dietro alla vendita dell’usato e saper cogliere l’offerta giusta al momento giusto, sempre però con un pizzico di attenzione e prudenza.

Oggi esistono delle aziende specializzate che offrono cellulari ricondiazionati come ad esempio Ekventi che ritira smartphone di seconda mano, trasformandoli in prodotti di primissima qualità.
Una volta pronti sono immessi sul mercato e possono essere ordinati, visionati e ritirati in uno dei 330 punti vendita affiliati in tutta Italia (cerca un negozio Ekventi nella tua provincia)!

Be the first to comment on "Cellulari usati, la nuova frontiera del business"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*