Mutui giovani 2022: requisiti, informazioni e richiesta

Mutui giovani 2022

L’acquisto della prima casa rappresenta un momento cruciale nella vita, in particolar modo quando a compiere questo passo sono coppie giovani in procinto di realizzare un progetto che dia concretezza e stabilità ad un futuro sino a quel momento solo immaginato ad occhi aperti. Accedere ad un mutuo, però, è sempre più complicato, in particolar modo per i contratti di lavoro atipici cui spesso si resta vincolati per diverso tempo, in attesa della tanto agognata assunzione a tempo indeterminato.

A rendere le cose più complesse sono spesso anche le condizioni contrattuali che talvolta risultano decisamente proibitive, sia per la necessità di cospicue caparre e garanzie difficili da reperire sia per i tassi di interesse proposti dagli istituti di credito. Grazie ai mutui giovani 2022, però, gli under 36 hanno la possibilità di accedere al mutuo anche con condizioni di partenza che, se assenti, lo avrebbero reso impossibile. Cerchiamo di capire nel dettaglio in cosa consistono queste importanti agevolazioni, i requisiti per ottenere un mutuo a tasso agevolato e quali garanzie fornisce lo Stato.

Mutui giovani 2022: requisiti

Per accedere ai mutui giovani 2022 esistono una serie di requisiti da possedere al momento della richiesta di mutuo agevolato. Si tratta di condizioni imprescindibili e necessarie affinché si possa finanziare l’acquisto dell’immobile con un tasso di interesse praticamente irrisorio (attualmente si attesta attorno all’1%), a fronte di quelli comunemente praticati dagli istituti che erogano mutui. Per accedere ad un mutuo agevolato bisognerà quindi:

  • Avere un’età inferiore ai 36 anni. È questo il limite anagrafico valido per i mutui giovani 2022 ma, se a contrarre il mutuo è una giovane coppia, sposata o convivente, basterà che anche uno solo dei partner abbia meno di 36 anni per poter accedere alla procedura. Fermo restando il limite massimo previsto per l’età, è inoltre possibile fare richiesta di mutuo agevolato anche per genitori single con figli minori a carico o se conduttori di abitazioni popolari;
  • essere in possesso di un ISEE in corso di validità con un importo inferiore ai 40.000 euro;
  • acquistare o ristrutturare quella che sarà la prima casa, adibita pertanto ad abitazione principale del nucleo familiare;
  • Non acquistare (o ristrutturare) una casa classificata come immobile di lusso. Ciò vale a dire che sono fuori dalla possibilità di accedere ai mutui giovani 2022 le abitazioni di categoria catastale A1, A8 e A9;
  • Non essere già in possesso di altri immobili al momento della presentazione della richiesta. Per chi desidera accedere ai mutui giovani 2022, in buona sostanza, la casa da acquistare dovrà essere la prima ed unica intestata al titolare del finanziamento.

Mutuo giovani 100%: come richiederlo?

Uno degli scogli sicuramente più difficili da superare per i giovani che decidono di acquistare una casa è quello del 20% del valore dell’immobile da corrispondere al momento dell’acquisto, finanziando così il restante 80%. Sull’acquisto di un immobile del valore di 150mila euro, ad esempio, sarebbe necessario anticipare 30mila euro, un importo non di poco conto e di cui spesso, soprattutto le coppie giovani con situazioni di lavoro precarie, non dispongono.

Per avere un’idea della vastità della situazione, basti pensare che nel solo 2021 sono state effettuate in Italia oltre 7 milioni di ricerche web per mutui che coprissero oltre l’80% del valore della casa da acquistare. Oggi, finalmente, grazie alle importanti novità dei mutui giovani 2022, gli istituti di credito concedono con molta più facilità un mutuo 100% perché supportati nella loro maggior esposizione al rischio dal fondo nazionale confermato dal Decreto Sostegni Bis.

Sino a qualche tempo fa, infatti, la richiesta di un mutuo 100 per cento incontrava spesso ostacoli difficili da superare. Il maggior rischio di insolvenza cui andava incontro l’istituto erogatore del finanziamento lo costringeva a richiedere ai propri clienti garanzie impegnative come la stipula di una polizza assicurativa fideiussoria o la firma di un garante, oltre alla ben più conosciuta ipoteca sull’immobile.

Oggi è finalmente più agevole la richiesta di finanziare l’intero valore della casa che si desidera acquistare, a condizione che l’importo non superi i 250mila euro e sia accettata la richiesta di adesione al fondo consap. Per accedervi sarà necessario inoltrare la domanda di adesione, entro e non oltre il prossimo 24 Giugno 2022, attraverso la banca che erogherà il mutuo e che seguirà direttamente per i propri clienti l’intero iter per l’ottenimento delle condizioni agevolate.

Garanzia consap: cos’è?

Come anticipato, è stato il Decreto Sostegni Bis approvato il 25 maggio 2021 a rendere i mutui giovani 2022 accessibili non solo con un tasso di interesse estremamente agevolato ed una importante defiscalizzazione ma anche e soprattutto grazie alla garanzia di cui si fa carico lo Stato e che copre fino all’80% dell’importo da finanziare, rendendo più semplice l’accesso ad un mutuo 100%.

Grazie all’approvazione del decreto, quindi, e fino ad un massimo di 290 milioni di euro stanziati a livello nazionale come fondo di garanzia per l’anno 2022, i giovani con meno di 36 anni potranno richiedere un mutuo a tasso agevolato fino a 250mila euro per acquistare o ristrutturare la propria prima casa, avendo come garante lo Stato per un importo fino all’80% del valore dell’immobile.

Se, ad esempio, si richiede un mutuo a tassazione agevolata per un importo di 100mila euro e, durante il pagamento delle rate, dovessero sopraggiungere problemi imprevedibili che impediscono di saldare le successive, lo Stato provvederà a sanare l’importo finanziato fino ad un massimo di 80mila euro. Il fondo nazionale è gestito da Consap (Concessionaria dei Servizi Assicurativi Pubblici), l’istituto nato il 31 luglio del 2014 e che ogni anno lavora un numero sempre maggiore di richieste di accesso a mutui agevolati per giovani, anche a copertura dell’intero valore della casa da acquistare.